slideshow07.jpg

Una mattinata qualunque

E’ da alcuni giorni che lavoro all’orfanotrofio e Salima ha occhi sempre più gonfi, quasi non si aprono e se li strofina con una gonnellina che ha perso il colore, anche un’amichetta di cinque anni sta iniziando lo stesso calvario, poi Emanuel e Moktàr hanno la guancia destra gonfia alcuni molari non si guardano tanto sono cariàti.
Mi decido, sono le nove di sera, faccio un salto da padre Salvatore che come sempre è nel suo studio e si entra bussando alla porta di ferro ed entrando senza attendere l’”avanti”.
“Va bene dai, portali qui domattina alle otto, li vedo subito”!
Kerine, la più piccina, gli fa subito un bisognino sui pantaloni ma il medico camilliano ride…e continua a curarle l’occhio poi gli altri tre, uno a uno, li visita.
“Senti un po’ Emanuel hai paura del dentista?” – il ragazzino di otto anni, non risponde…non sa cosa è il dentista!

 

mattina qualunque01

 

E così dopo un’ora siamo dal dentista del Centro S. Camillo di Ougà che con un po’ di fatica -perche’ una bocca non vuol saperne di aprirsi - visita entrambi e comincia a curare uno dei cinque denti messi male di Emanuel!
“Tu, dice poi a Moktàr, (dodici anni) vieni mercoledì che per il tuo dente proprio, lo facciamo sparire e vedrai che non ti duole più”….il dente non è che una radice nera!

 

mattina qualunque02

 

Non mi và di riportarli subito in orfanotrofio così me ne torno all’alberghetto con i quattro “ moschettieri” (due antibioticati agli occhi che già dopo un’ora paiono schiudersi e gli altri due con la promessa di una bocca più decente) e mi faccio preparare la colazione del mattino anche se sono le 10,30.
L ’albergatrice storce un po’ il naso alla vista di noi (1 + 4 imprevisti) ma alla fine la porta un po’ più abbondante...i ragazzi non han fame.. di più! La caraffa di succo d’arancia è svuotata, le quattro baguette tagliate spariscono con marmellata e margarina sopra, quattro fette di panettone poi non hanno il tempo di ambientarsi a l’acqua della bottiglie pure.
Il caffè lo tengo per me ma vedo nei loro occhi un “ma e noi?”
Vabbè, mò sta vacanza è per oggi terminata: on va a retourner, au revoir les enfants!

 

M.R.

Joomla Plugin
sound byJbgmusic
Controlli audio

RSS Feed Progetti

Ricevi gli aggiornamenti RSS Feed sui progetti realizzati da Solidaid Socialcare

Progetti Solidaid

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information