slideshow07.jpg

Harmattàn

"Ai re Magi, che hanno portato i doni a Gesù, cosa chiedete portino a voi?"
E qui il prete passa il microfono ad un chierico che lo passa ad una delle tante mani alzate: "io una bicicletta....." oh! Rimanda il prete, "io un motorino per papà per andare al lavoro! oh, oh", "io.... cose buone da mangiare!" oh, oh, oh! fa ancora il prete, "io ... un pallone", "io delle belle scarpe!
Nessuno che chieda la "cosa giusta". Finalmente una bimbetta la dice: "io chiedo che portino la pace!"
Alchè, il grosso sacerdote, avuta una risposta sulla quale può "lavorarci", riprende il microfono e giù un bel sermone sulla pace, che ai bambini qui interessa il giusto dato che fanno di tutto da quel momento, fuorché stare attenti! (Anche perché parlare di pace ai bimbi è come parlare di acqua all'acqua).

harmattan2013-01

Quindi, cominciano a fare altro...... tra un gruppetto, sotto un albero, parte una litigata, dove due se le danno di santa ragione, la bimbetta ha la meglio e se non li divido, al ragazzino (7/8 anni) gli porta male; un altro gruppetto di bimbe si riffano le treccine nere con anellini colorati, a un altro gruppetto ancora Fabio comincia a fare giochi di prestigio con le dita delle mani e attorno si crea un capannello assai numeroso, tutti vogliono imparare 'sta novità. Ma presto ecco un capo scout che arriva dando due o tre bacchettate sulle gambe a quelli che gli capitan più vicino rompendo il "magico" momento. Intanto, il pretone ancora "la tira" sulla pace.

Sono le 11 del 6 gennaio, è la messa della Epifania per oltre 1.500 ragazzini, all'aperto, dietro la cattedrale di Uagà in uno spazio terroso, con alberi qua e là poveri di foglie. Il sole è a picco su tutti. Ma tutti paiono divertirsi un sacco; il prete che ha sta' folla di giovani da ammonire; alcuni più grandicelli che con due o tre simbolici stemmi colorati al braccio tengono l'ordine e il silenzio..... come possono; il gruppo del coro è disposto su due-tre file con un lungo vestito color cremachiaro con la scritta dietro "cherubini", che quando cantano lo fanno seguendo il ritmo e ballando; i tre ragazzi deputati al suono in play back.... Anche se ogni tanto la musica sparisce o attacca tardi.... ma senza infastidire i "cherubini" che ormai capìta la "casualità" delle musiche vanno avanti da soli cantando a squarciagola!

harmattan2013-02
Insomma è davvero una grande festa questa messa dei ragazzi e ci si diverte tutti davvero con "lietitudine" e secondo me è molto seguita anche in Paradiso!
Quando poi è il momento di scambiarsi il segno della pace... é tutto un correre da una parte e dall'altra e a noi due, unici banchi presenti, mezzo mondo viene a porgere la propria sottilissima manina.

Poi, finita la messa, all'improvviso, perché la musica non ne vuol sapere di accompagnare "i cherubini", che 'sta volta si spazientiscono e terminano prima, è tutto un fuggi fuggi, molti sono scalzi, con un sollevamento di polvere che pare essersi alzato l'Harmattàn, il vento del Sahara che è proprio di stagione.

F.W.

Joomla Plugin
sound byJbgmusic
Controlli audio

RSS Feed Progetti

Ricevi gli aggiornamenti RSS Feed sui progetti realizzati da Solidaid Socialcare

Progetti Solidaid

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information