slideshow07.jpg

01/2012 Intervento medico

Ho svolto la mia attività di medico prevalentemente presso il dispensario di Donsin, dove ho trascorso 5 giornate, visitando circa 200 persone.
Una giornata è stata dedicata alle visite nell’orfanotrofio di Sissin.
Il dispensario è un luogo di “primo soccorso”, abitualmente gestito da un infermiere professionale, due infermieri generici ed un’ostetrica. In pratica questi infermieri agiscono in luogo del medico, che solo occasionalmente è presente al dispensario.

intervento medico 01

Uno di questi infermieri mi ha sempre assistita durante le visite, sia per compilare il Libretto Sanitario che ogni paziente porta con sé, dove vengono riportate le visite eseguite e le prescrizioni, sia per fare da interprete, in quanto la maggior parte dei pazienti non conosce il francese, rendendo necessaria la traduzione dal morè.
Al termine della visita, al paziente viene rilasciata una “ricetta” con la prescrizione del farmaco, che potrà ritirare alla farmacia del dispensario, oppure, laddove necessario, viene consigliato un approfondimento diagnostico o una visita specialistica.
In altri casi ancora, viene consigliato un regime alimentare e/o norme igieniche.
I casi più frequenti sono quelli di patologie di tipo infettivo: tosse, febbre, diarrea persistente, otite. Nei bambini è frequente la parassitosi intestinale.

intervento medico 02

La malaria è endemica, per cui ogni paziente con febbre verrà sottoposto gratuitamente a quello che chiamano “Protocollo Paludismo” per fare diagnosi ed avviare la terapia. Ma non mancano gastriti e coliti correlate con il consumo di bevande alcoliche “artigianali”, il fumo ed il masticare la cola, attività particolarmente diffuse tra le pazienti di sesso femminile.
Dicono che serve a distrarsi dalla realtà.
I pazienti di età avanzata lamentano spesso dolori articolari sia a carico della colonna vertebrale sia a livello delle spalle e delle ginocchia. Altri ancora fingono patologie inesistenti, con il solo fine di portare a casa una qualsiasi medicina, da tenere da parte per qualsiasi evenienza o magari da vendere. Ci sono bambini miopi ed adulti presbiti. Molte congiuntiviti favorite da vento e polvere.

intervento medico 03

E infine ci sono i casi incurabili, i bambini malformati, i gravi ustionati, coloro che hanno perso un arto, i ritardati, gli epilettici. Costoro, già in possesso di una diagnosi, vengono dal “dottore bianco” sperando possa somministrare un pillola magica, possa fare un miracolo. Ma si accontentano anche di essere ascoltati, considerati e di ricevere qualche parola di conforto ed incoraggiamento e magari una caramella.

S.T.

2012 Laboratorio teatrale

(Realizzati con la collaborazione dei clown della Fondazione Aldo Garavaglia Dottor Sorriso Onlus – Mi)

Dimmi che clown fai e ti dirò chi sei

Giocare con i clown a fare il clown, scoprire la dimensione del naso rosso.
Questo laboratorio ha e ha avuto nell’espressione la sua base fondante. Abbiamo ritenuto utile permettere ai ragazzi di esprimere le proprie emozioni in totale libertà con la convinzione che il clown dà la forza di far emergere gli stati più ancestrali della persona.

teatro 01

L’arte del clown non è soltanto risate, equivoci e vestiti sgargianti.
La persona che ha passato dei momenti con il “proprio clown” ha fatto uscire parti di sé inesplorate ma presenti, il tutto in maniera comica, giocosa e grottesca.

teatro 02

Il clown gioca con la vita e i ragazzi hanno giocato con il clown.
Durante il percorso i bambini si sono avvicinati a piccole tecniche teatrali proprie del clown, a molto esercizio fisico indispensabile al clown e si è giocato molto con le proprie emozioni fondando tutto sull’espressività soggettiva dei singoli.
Il clown è stato un viaggio nel sé senza prendersi troppo sul serio.

teatro 03

I due operatori-clown in questo caso hanno condotto i bambini in tutte le fasi del laboratorio-teatrale e hanno creato le dimensioni giuste perché certi processi si potessero sviluppare in serenità e in sintonia.

teatro 04

• Attori protagonisti: 65 giovani ospiti (6-12 anni) dell’orfanotrofio di Sissin:
Claver, Nouria,Eliane,Fessian,Jean,Bruno, Salivata,Franc,Toussaint, Oriane, Sadia, Makmadi, Patricia, Zoura, Madaleine, Fasiatan, Radila, Mouazou,Wilfride, Micheline,Samata, Awa, Ive, Jessica, Salivata, Yves, Frederic, Yacouba, Flora, Abdou, Massaoud, Beatrice, Oriane, Santal, Josepha, Opaue, Assana, Ibrhaim, Devine, Grace, Alimata, Assetou, Maismat, Mauazou, Elisabeth, Honorè, Boris, Alima, Kevin, Lèon,Nafissatou, Obans, Nana’, Rapide, Samata, Basmatou, Kaban,Abadoul, Nacoulma, Jasmina, Faicàl, Ephiphanie.

teatro 05

• Registi/operatori:
Giovanna G. e Alessio M., clown professionisti.

01/2012 Interventi di Clown terapia

(Realizzati con la collaborazione dei clown della Fondazione Aldo Garavaglia Dottor Sorriso Onlus – Mi)

26 dicembre 2011 - organizzazione e preparazione interventi.
27 dicembre 2011 – 8 gennaio 2012:
• intervento per orfanotrofio di Sissin
• intervento per comunità di Donsin
• intervento per reparto di pediatria e corsie ospedale di Nanorò

clown2012 01

• interventi orfanotrofio di Loumbilà
• intervento al 4° Watinoma festival
• intervento mercato di Pouytenga

clown2012 02

• intervento al cren “M. Kolbe” di Sabou
• intervento all’orfanotrofio di Guilongou
• intervento per orfani di Tenghin Dassouri

clown2012 03

• intervento villaggio di Bassèn-Poessim
• intervento scuola e pediatria del centro medico S. Camillo di Koupela
• “laboratorio quotidiano di teatro-clown” con gli orfani di Sissin e messa in scena finale di teatro di strada da parte di tutti gli orfani coinvolti (età 6-12 anni)

clown2012 04

• Alessio M. e Giovanna G., clown professionisti.

2012 Formazione infermiere India

Sostegno formativo anno 2012

Abbiamo sostenuto per 8 (otto) allieve infermiere-pediatriche, non economicamente auto sufficienti, l’anno scolastico formativo 2011/2012 presso l’ospedale St. Mary’s Polyclinic di Incknow (Utter Pradesch – Nord India)

infermiere india 2012

(Offerto da Bruno M.)

01/2012 Impresa femminile

Impresa femminile per la produzione del karitè

ass femminile1

Costituzione e finanziamento della A.F.D.G. Association Feminine Delwende de Gonsin per la produzione del burro e sapone di karitè.

Nella missione in dicembre 2010- gennaio 2011 dopo verifica dei territori meno assistiti, abbiamo incontrato nel villaggio di Gonsin alcune decine di donne interessate alla produzione, in associazione, del burro di karitè e proposto loro di assisterle e finanziarle nella costituzione di una cooperativa di produzione, proposta accolta con grande entusiasmo!

Contemporaneamente abbiamo contattato ed incontrato in Burkina, associazioni specializzate nella formazione e assistenza di piccole imprese per la trasformazione e produzione del karitè, individuando la ONG BND, coordinata in luogo da Alimatà Zampaligre, che seguirà per un anno la nuova associazione.

ass femminile2

In breve:

il 25 febbraio 2011 è stata ufficialmente costituita la Associazione A.F.D.G. Associazione Femminile Delwende di Gonsin, sul territorio di S.Augustin de Bissighin; l’associazione è formata da 15 donne, socie/lavoratrici (dei villaggi di Sanon, Lao, Meko e Gonsin) e da altre 30 donne in affiancamento (per ora) per la raccolta delle noci di karitè;

l’art. 8, dello statuto indica così gli obiettivi:

Article 8 : objectifs
L’A.F.D.G se fixe les objectifs suivantas;

  • Promouvoir l aproduction du beurre de karate
  • Entreprendre des actions de renforcement des capacités producteurs, transformateurs, commercants, consommateurs etc. afin qu’ils arrivant à defender les aspirations légitimes de tous les acteurs et leursorganisations dans la filière production beurre de karate.
  • Soutenir les acteurs afin qu’ils deviennent des interlocuteurs actifs dans la definition de politiques agricoles cohérentes et bénéfiques pour le développement économique de la province.
  • Travailler avec les acteurs de la filière karate


* au reforcement de leurs capacités et de leur autonomie d’action,

* à l’échange d’expériences et à la reflexion commune pour une plus grande
Valorisation des produits karate;

* à l’amélioration de leur situation sociale, économique et citoyenne;

* à la construction d’une reforestation durable;

* à la promotion de la consummation de produits locaux de qualité tant à
l’interierur qu’à l’extérieur du Pays.


L’associazione Delwende è già attiva per poter essere operativa col prossimo raccolto di maggio/giugno delle noci, ed iniziare la trasformazione in crema di karité a ottobre/novembre 2011.

ass femminile3

E' stata terminata - con l'aiuto delle donne socie AFDG - la costruzione del magazzino/laboratorio per lo stoccaggio delle noci via via raccolte (temono molto l’umidita’) ed è iniziata la formazione delle donne stesse per la gestione amministrativa e la produzione del miglior prodotto.

ass femminile4

Le socie della cooperativa approntano l'olio di karitè che, raffraddato, sarà inserito in stampi per la solidificazione del sapone di karitè.
La docente Alimatà e socie della cooperativa  con la prima produzione di sapone di karitè.
Le 15 socie della coopertiva davanti alla loro prima produzione di sapone di karitè ai vari profumi.

ass femminile5

Le 15 donne che un anno fa abbiamo sostenuto per costituirsi in cooperativa di produzione e lavoro per la raccolta e trasformazione semi di karite’, stanno appieno utilizzando la struttura che ad oggi, gennaio 2012, dopo il primo raccolto annuale di giugno 2011 ha prodotto oltre 10 quintali di sapone di karite’ in due diverse tipologie che, venduto sul mercato locale, stà consentendo loro un margine di guadagno personale e la restituzione dopo un anno (anziché due) del microcredito che avevamo ad esse prestato.

Il progetto iniziale può ora considerarsi realizzato (7gennaio 2012).

ass femminile6

(Offerto da Carla Lamotte)

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information