slideshow04.jpg

01/2013 Cercatori di oro di Bomborè

Cercatori di oro di Bomborè - condivisione di due giornate

Abbiamo consegnato occhiali da sole di marca e circa mille t-shirt ad altrettanti minatori/cercatori di oro della zona di Bomborè.

Il sole è quasi a picco su giovani, vecchi e soprattutto ragazzini, molti dei quali hanno gli occhi feriti dalla troppa luce, da schegge di roccia e dalla polvere.

cercatori-oro-2013-01
Tanti scavano per "padroni" che garantiscono loro cibo quotidiano e un minimo sulle briciole di oro che trovano; altri scavano per sé stessi con nulla di garantito. Dopo 10 ore di lavoro sotto terra, fino a 50 mt, in cunicoli larghi appena 60-70 cm, al buio schiarito solo da una torcia a mano, risalgono al sole forte come può esserlo a soli 12 gradi di longitudine sopra l'equatore e con gli occhi mai protetti nemmeno dalle schegge di roccia che schizzano fuori dai mortai di ferro mentre frantumano le rocce raccolte nella speranza di trovare polvere d'oro.

cercatori-oro-2013-02
Inoltre ogni anno, non pochi, restano soffocati là sotto, per il crollo della galleria alle loro spalle, ma di queste morti nessuno parla.

Condividiamo brevi discorsi, sorrisi e strette di mano ed il piacere, nostro, di poter donare occhiali che proteggano da sole e schegge di minerali, nonché magliette decenti allorché, una volta la settimana, rientrano per qualche ora al loro villaggio.

In questo luogo sono almeno 8/9 mila le persone che vivono così, su un territorio arbustivo e secco lungo 10 km.
"Siete i primi – dicono – che vengono qui a condividere un po' di giornata, portandoci qualcosa....".
Vorremmo fare di più, specie per i loro poveri occhi: alcuni li hanno semichiusi, altri con le palpebre appiccicate da muco giallastro, altri ancora hanno un occhio solo aperto; inducono una tristezza infinita.

cercatori-oro-2013-03
Ripenso ad alcuni giovani oculisti che ho incontrato per motivarli a scendere in Burkina, ma inutilmente.
La febbre dell'oro scoppiata nel 2011 e 2012, qui è tale (forse anche dettata dalla disperazione di una vita poverissima) che lungo la pista incontriamo donne che con una bacinella d'acqua ed una "graticola" a maglie strette, setacciano la polverosa terra rossa che si trovano attorno come se l'oro fosse ovunque. ..... e sotto un sole a 37 gradi già a gennaio, il loro inverno!

W.V.

Joomla Plugin

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information